Regolamento - Scuola Infanzia Charitas

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur ad elit.
Morbi tincidunt libero ac ante accumsan.
Vai ai contenuti



Art.1 Rapporto scuola-famiglia
Nella nostra scuola materna il rapporto con i genitori crediamo sia il fondamento di tutto il lavoro educativo. Viene  chiesto quindi ad ogni genitore di partecipare alle iniziative che la scuola di volta in volta propone.

Art. 2 Il calendario scolastico segue quello stabilito dal Ministero della Pubblica Istruzione. Le varianti, entro i margini concessi, sono stabilite dal Collegio Docenti.

Art. 3  Ingresso bambini
L'entrata dei bambini è prevista dalle ore 08.00 alle ore 09.15 onde evitare interruzioni dell'attività didattica. Chi per seri motivi prevede di arrivare in ritardo a scuola è pregato di comunicarlo anticipatamente  anche per garantire una corretta fruizione dei pasti.

Art. 4  Accompagnamento
Tranne il periodo di inserimento (circa due settimane dall'inizio dell'anno scolastico) i genitori possono fermarsi all'interno della scuola solo per il tempo indispensabile alla consegna del bambino per non interrompere le attività didattiche.

Art.5  In caso di infortunio, se si rendesse necessario accompagnare l'infortunato al Pronto Soccorso, la Direzione tempestivamente prenderà contatto con i familiari per ottenerne l'autorizzazione. Qualora non fosse possibile comunicare con la famiglia la Direzione agirà secondo la necessità del caso.
L'insegnante è tenuto a comunicare tempestivamente alla Coordinatrice qualsiasi infortunio per permettere di inoltrare denuncia alla Società di Assicurazione della scuola

Art. 6  Uscita dei bambini
L'uscita è prevista dalle ore 15.40 alle ore 16.00
Chi per necessità dovesse far uscire il proprio figlio prima dell'orario stabilito lo può fare dalle ore 13.00  alle 14.00 .
Al termine della scuolai bambini vengono affidati ai genitori o a persona conosciuta. Se questo non dovesse essere possibile, occorre che i genitori avvisino tempestivamente la Coordinatrice.

Art. 7  Assenze
I bambini che si assentano da scuola per  malattia, se rientrano al sesto giorno non hanno l'obbligo del certificato; mentre per le malattie infettive verranno riammessi solo su presentazione del certificato medico; le assenze prolungate, per motivi di famiglia,  dovranno essere comunicate in anticipo verbalmente o telefonicamente alla Coordinatrice.
Ogni genitore deve informare la Responsabile della scuola circa una qualunque malattia infettiva contratta dal proprio figlio.

Art. 8 Abbigliamento
 Ogni bambino deve indossare il grembiulino di colore bianco.
E' necessario che il bambino sia vestito in modo pratico e comodo, affinché sia stimolato all'autonomia ( cioè a far da sé ciò che riesce a fare: è quindi necessario evitare salopette, body, bretelle, cinture, bottoni, ecc…) e possa svolgere tranquillamente le attività senza timore di sporcarsi.

Art. 9  Giocattoli
Poiché la scuola fornisce materiale ludico sufficiente per tutti i bambini, si chiede di evitare di portare giochi da casa. Nel caso in cui si dovesse verificare, le insegnanti non risponderanno di eventuali danni o smarrimento.

Art. 10  Corredo
Ogni bambino è bene che abbia a scuola un sacchetto di stoffa, con scritto nome e cognome, contenente il cambio completo ( mutande, calze, maglietta intima e tuta) adatto alla stagione.

Art. 11   Pranzo
La mensa è considerata dalla scuola come un momento di particolare valore educativo e comunitario. La cucina interna si attiene a un menù di due settimane, che si alternano durante il mese, ed è conforme alla tabella dietetica stabilita dalla ASL. Per i bambini che hanno la necessità di evitare qualche cibo per motivi di salute, allergie o altro, i genitori devono accordarsi con la Coordinatrice della scuola.

Art. 12 Colloqui con le insegnanti
I genitori che desiderano parlare con le insegnanti lo possono fare all'orario di uscita dalla scuola, oppure su appuntamento.
Quando arrivano a scuola al mattino è bene che non si soffermino oltre il tempo necessario per consegnare i bambini. Sono inoltre previsti ricevimenti individuali con tutti i genitori che lo desiderano e con previo appuntamento, nel mese di gennaio.

Art. 13  Organi collegiali
 
Sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche. Sono composti da rappresentanti delle varie componenti interessate. Nella nostra scuola gli organi collegiali sono: il collegio docenti e il Consiglio d’intersezione.
 
 - Collegio docenti:
 
 è composto da tutti gli insegnanti in servizio nella scuola ed è presieduto dal Dirigente scolastico.
 
 - Consiglio d’intersezione:
 
 I genitori possono far parte, se eletti, del Consiglio d’intersezione. Tutti hanno diritto di voto per eleggere i loro rappresentanti ed è diritto di ogni genitore proporsi per essere eletto. Ogni sezione dovrà avere due genitori che fanno parte del suddetto Consiglio.
 
 L’elezione  nel Consiglio d’intersezione si svolge annualmente. Ha il compito di formulare proposte al Collegio Docenti, per le sue specifiche competenze e di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori e bambini; di approvare il PTOF che viene stilato dal colelgio docenti
 
 Il Consiglio d’Intersezione si riunisce in ore non coincidenti con l’orario delle lezioni.

Art. 15    Assicurazione
 
La scuola ha contratto polizze per responsabilità civile verso terzi e verso i prestatori di lavoro e polizza infortuni subiti dai bambini. La denuncia per un sinistro subito, va inoltrata tramite la scuola.
 
 
Torna ai contenuti